resep kuliner resep makanan resep nusantara HairStyle Home Design Fashion Jagonya Resep Makanan resep mancanegara resep luar negeri
 

www.donnaolimpia.org

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Premio Letterario Presentazione menzioni speciali Premio Letterario "Donne ... Ieri, Oggi, Domani" ed. 2012

Presentazione menzioni speciali Premio Letterario "Donne ... Ieri, Oggi, Domani" ed. 2012

E-mail Stampa PDF

Mirta De Riz

Ho 62 anni e sono in pensione. Ho lavorato come impiegata nelle scuole e sono stata sempre una buona lettrice. Moltissimi libri mi hanno fatto compagnia e molti altri li ho fatti volare per la stanza delusa del modo di esprimersi di molti scrittori. Allora mi sono chiesta (solo due anni fa, prima non avevo mai scritto): "Perchè non provo io a mettere giù qualcosa?" E proprio per merito di scrittori mediocri mi sono dedicata alla scrittura. Il mio sogno di essere valutata nei concorsi da Giurie Nazionali si è avverrato. Ho ricevuto diversi premi (mai il primo posto a livello nazionale, per ora), che mi inorgogliscono, sia per la prosa (un mio libro uscirà prossimamente), sia per la poesia e pure per le novelle dedicate ai bimbi (altro mio libro in pubblicazione). Le mie poesie sono o saranno inserite in sette antologie e ho avuto un premio speciale per la scrittura presentando un monologo teatrale al Concorso "Luci dell'arte" a Roma.

Cristina Maria Russo

 

Iscritta nel 2007 al laboratorio di scrittura creativa, La linea scritta di Antonella Cilento e, dal 2008 ad oggi, alla Bottega di Scrittura Homo Scrivens di Aldo Putignano, scrittrice esordiente, le viene conferito un attestato di merito nel 2008 per un suo racconto partecipante al primo Concorso “Donne, ieri, oggi, domani”.

Partecipa a diversi reading e dal 2009, i suoi racconti che spaziano dal realismo narrativo all’umoristico e al noir, vengono pubblicati in numerose antologie. Nello stesso anno, partecipa alla seconda edizione del Concorso “Donne, ieri, oggi, domani” e si classifica terza.

Nel 2010 pubblica ancora numerosi racconti e, mentre si cimenta in generi diversi, vince il secondo posto al Premio “Granelli di Parole” nella sezione Favole con un racconto “nutrizionale” che verrà pubblicato e drammatizzato per i bambini delle scuole primarie. Inoltre, una sua poesia viene classificata tra le prime dieci del Concorso “Poesie d’Amore” e pubblicata in un audiolibro, e ancora altre liriche, che hanno partecipato alla Giornata dedicata alla Poesia “I Moti dell’’Anima” saranno pubblicate in un’antologia di prossima uscita.

Recentemente ha scritto la sceneggiatura di un fumetto presentato alla mostra “Viziosismi” e in collaborazione con lo stesso disegnatore è in procinto di pubblicare una raccolta di suoi racconti illustrati.  

 

 

Sono Maria Cristina Giovannitti, nata a Campobasso e vivo a Baranello. Sono laureata in Lettere Moderne a Napoli e dopo la laurea ho seguito vari corsi di formazione per l’insegnamento. La scrittura è una passione viva da sempre e il concorso Donna Olimpia Frangipane per me ha un valore profondo a cui riserbo un affetto familiare: lo scorso anno ho partecipato per la prima volta nella mia vita ad un concorso letterario con il racconto “Il peso di una farfalla” ed  ho ricevuto il riconoscimento di merito. La fiducia trasmessami dalla giuria mi ha spronata ad andare avanti su questa strada, così dal 28 luglio 2011, giorno della premiazione, mi sono incamminata da sola verso la strada della scrittura e dei racconti, forte della fiducia ricevuta a Castelbottaccio. Il mio percorso è continuato: sono seguite altre piccole ma grandi soddisfazioni nel dicembre 2011 la  menzione di merito per il Premio Buldrini con “Fiocco di neve” e poi la vittoria a Roma presso Il Laboratorio Gutenberg con “Il cappellaio matto” fino a marzo 2011 dove mi aggiudico il terzo posto al concorso Nina Guerrizio a Campobasso con il racconto “In ginocchio”. “Strade di solitudini”, ultimo mio figlioccio, nasce così come nascono tutti gli altri miei racconti: con spontaneità, ascoltando chi mi circonda, fermandomi a capire i disagi che spesso le persone vivono ma cercano di nascondere. A discapito di toni forti e forse troppo schietti per affrontare il tema, come già chiaro nel titolo, quest’ultimo mio racconto tra le righe vuol trasmettere un messaggio di speranza, sottolineato dalla condivisione dei problemi e già solo nella condivisione, la solitudine svanisce! Le donne protagoniste dei miei racconti, che siano madri o come in questo caso figlie, sono donne piene di problemi ma riescono a trovare, da queste situazioni di disagio, la forza e la determinatezza per non abbattersi mai.

Una nuova e piacevole scoperta è stata il giornalismo che, oggi, mi impegna su due fronti: un portale di arte e cultura della Campania ed un giornale on-line d’inchiesta molisano. Oggi il mio grazie è per la giuria al completo, è per Sabina e per tutti coloro che s’impegnano per l’organizzazione di questa manifestazione che, oltre all’amore per la letteratura e per la scrittura, diventa un momento di “crescita” che apre la prospettiva verso nuovi orizzonti, una guida soprattutto per i ragazzi. Il Circolo Frangipane mi ha riservato una dolcezza ed una premura quasi materna ed essere stata “scoperta” a Castelbottaccio per me è un onore. 

 



Condividi questo articolo:
 
Italian English French German Spanish

Login

Area amministrativa


Banners

Banner
Banner